La sede e i laboratori

L’istituto Orsoline di San Carlo ha sede dal 1844 in un edificio con chiostro interno, di origine alto medievale. La chiesa, dedicata a San Michele sul Dosso, ha fondamenta forse di epoca longobarda, anche se l’aspetto attuale risale al XV secolo.

Francesco Petrarca, come documenta una lapide posta sull’istituto in via Lanzone, in una lettera afferma di aver abitato in questa casa, presso la chiesa di San Michele, di fronte alla basilica di Sant’Ambrogio.

L’intero complesso, vicino al canale del Naviglio, era addossato ad una delle antiche porte medioevali. Lungo il fossato attualmente coperto, è stata ritrovata una scultura rinascimentale raffigurante una Madonna con Bambino, opera dei Maestri Campionesi, ora all’ingresso dell’Istituto.

Tra il XV e il XVI secolo, viene realizzata una porzione del chiostro, secondo le linee dettate dalle maestranze del Bramante, che operava nella vicina Santa Maria delle Grazie.

Dal 1844, l’edificio ha subito molte trasformazioni, con l’obiettivo di renderlo atto ad accogliere attività educative: al chiostro centrale vengono annessi altri complessi edilizi, lungo le vie Carducci e De Amicis.

Il Liceo occupa l’intera porzione di edificio che si affaccia su via De Amicis.
Queste sono le aule e i laboratori presenti:

sala-medaglie

Salone
A piano terra, nell’ala dell’edificio riservata al Liceo Artistico, è utilizzato da tutte le scuole dell’istituto in occasione di attività che prevedono un’ampia partecipazione delle diverse componenti scolastiche

sala-medaglie

Sala Medaglie
Posta nel chiostro, è utilizzata dalle componenti delle diverse scuole (genitori, alunni, docenti) in occasione di riunioni, incontri, Consigli di Classe.

aula-modellato

Aula delle Scienze applicate

aula-informatica

Aula di Informatica

aula-fisica

Aula di Fisica

Aula di Chimica

Aula di Chimica